terre

ARRIVANO FONDI ALLE TERRE ALTE

Piemonte 30 luglio 2016 –  Oltre 4 milioni di euro alle Unioni montane La Conferenza dell’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale Cuneese (Ato della provincia di Cuneo) ha approvato il riparto dei fondi incamerati nel 2015 dai gestori del servizio idrico integrato (acqua più depurazione) attraverso il pagamento della bolletta da parte dei cittadini e destinati a opere di difesa e tutela dell’assetto idrogeologico della montagna. er la “Granda”, la Convezione istitutiva dell’Atoha stabilito, dal 2004, che l’importo fosse non inferioreall’8% dell’intero gettito tariffario accertato. Ad ottenere le risorse prima erano le Comunità Montane, adesso, da quando sono entrate nel pieno del loro funzionamento, i soldi vengono gestiti dalle Unioni Montane. Il criterio di suddivisione tiene conto di due parametri: la superficie dell’Unione (70% della quota di riparto) e gli abitanti nelle zone considerate montane dei Comuni che la costituiscono (30%). Per l’incasso complessivo del servizio idrico integrato avuto lo scorso anno, le 12 realtà della provincia di Cuneo riceveranno la percentuale dell’8% corrispondente a 4.328.610 euro. Questa la loro distribuzione conteggiata sul territorio: Unione Montana Valle Stura (550.434,56 euro); Unione Montana Valle Maira (517.566,84 euro); Unione Montana Valle Varaita (427.075,45 euro); Unione Montana Alpi del Mare (423.706,56 euro); Unione Montana Alta Langa (421.719,93 euro); Unione Montana delle Valli Monregalesi prima della “spaccatura” (401.820,54 euro); Unione Montana Alta Val Tanaro (363.414,45 euro); Unione Montana Alpi Marittime (325.825,83 euro); Unione Montana Comuni del Monviso (289.252,81 euro); Unione Montana Valle Grana (270.729,30 euro); Unione Montana Valli Mongia e Cevetta-Langa Cebana-Alta Valle Bormida (209.527,73 euro); Unione Montana Barge e Bagnolo (127.536 euro). “Si tratta – sottolinea il delegato del sindaco del Comune di Cuneo, il consigliere comunale Guido Lerdadi una somma importante per interventi che rimarranno sul territorio e aiuteranno anche l’economia locale”. Soddisfatto l’assessore regionale alla Montagna, Alberto Valmaggia: “Ci sono nuove consistenti risorse a favore delle Unioni Montaneda utilizzare per opere capaci diridurre la fragilità del territorio e prevenire il dissesto idrogeologico. Come Regione stiamo preparando una delibera di semplificazione dell’iter burocratico,che consentirà di spendere i soldi in modo più veloce”.

Tags: , , , , , ,

Logo Telecupole

Segui Telecupole su

Per la tua pubblicità

Telecupole Piemonte

T.L.T. S.P.A. Strada Regionale, 20 – 12030 Cavallermaggiore (CN) CAP. SOC. 1.300.000 € Int. Vers. P.I. e C.F. 00534020045 Iscr. Reg. Soc. Trib. Saluzzo 1011 C.C.I.A.A. Cuneo 107691 - Powered by LRC SERVIZI SRL