8 Luglio 2024

GRANATA DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE TROVATA DA UN GRUPPO DI RAGAZZINI A NOVALESA

Nel weekend appena trascorso, un gruppo di ragazzini ha rinvenuto una granata di artiglieria sulla montagna di Novalesa (TO), probabilmente risalente alla seconda guerra mondiale. Ieri, domenica 7 luglio, il sindaco Bruno Botteselle, accompagnato da alcuni volontari Aib, ha effettuato un sopralluogo nel luogo del ritrovamento, situato tra la Freita e il Tour. «È un luogo piuttosto impervio e isolato» ha spiegato il sindaco «Ma abbiamo immediatamente segnalato la presenza dell’ordigno ai carabinieri di Susa affinché facciano intervenire gli artificieri».
Novalesa ha già vissuto un tragico episodio legato ai residuati bellici 12 anni fa, quando due ragazzi del posto, Lorenzo Bernard e Nicolas Marzolino, persero la vista a causa dell’esplosione di un ordigno. Marzolino, che in quell’incidente perse anche la mano destra, è ora ambasciatore dell’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra e tiene frequentemente lezioni ai ragazzi delle scuole per insegnare loro a riconoscere i residuati bellici.

 

Da Quotidiano Piemontese

 

Ti potrebbero anche interessare

SUCCESSO A MONDOVI’ PER IL BINOMIO ARTE E MOTORI
23 Luglio 2024

Un pubblico numeroso e caloroso ha accompagnato la tre giorni monregalese riservata al mondo dei motori. Dalla cornice di “Cuneo Illuminata” alla scritta “Ferrari” nel quartiere di Piazza, passando per la presentazione degli equipaggi in costume d’epoca a Mondovì Breo.


CARDE’: MORTO AGRICOLTORE DOPO INTERVENTO
22 Luglio 2024

E’ morto al Cto di Torino, il giorno dopo l’incidente sul lavoro a Cardè.
La vittima è Giampiero Pasero, operaio di 65 anni di Crocera di Barge, coadiuvante in un’azienda agricola in località Ormea a Cardè.


CC RECUPERANO SARCOFAGO E MONETE ANTICHE
20 Luglio 2024

Un sarcofago risalente alla metà del III sec. d.C. e di tipologia hapax, 2400 monete di natura archeologica, 2 unguentari in vetro e numerosi oggetti bronzei decorativi provenienti verosimilmente da un corredo funerario di epoca romana e diversi elementi architettonici in marmo proveniente dall’area dell’Egeo settentrionale e pietra, tutti riconducibili all’età romana imperiale sono stati recuperati, a seguito di attività investigativa, dal Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Torino


Invia i tuoi video per
TG4

Invia i tuoi contributi video alla redazione del TG4  
Realizza il tuo video e invialo con wetransfer.com non dimenticare di scaricare il pdf della liberatoria e allegarlo nel form.

Compila i tuoi dati e allegalo al video per autorizzarne la messa in onda!

Oppure contattaci via mail redazione@telecupole.com