9 Giugno 2021

TORINO: UCCISO IN CASA, CONTROLLI A TAPPETO ALLA RICERCA DEI BANDITI

Proseguono in tutto il territorio piemontese i posti di controllo dei carabinieri alla ricerca dei banditi che questa notte sono entrati nell’abitazione di un architetto torinese 50enne ucciso con un colpo di pistola al basso ventre mentre, verosimilmente, cercava di bloccare i ladri che di erano introdotti da una finestra. A dare l’allarme è stata la moglie che, ascoltata dagli investigatori, ha raccontato di aver sentito dei rumori e di aver trovato il marito a terra. In casa c’era anche il figlioletto della coppia, un 13enne.
A chiamare i soccorsi è stata la donna che trovato il marito a terra, pensando che si fosse sentito male a seguito dell’irruzione dei banditi ha chiamato il 118. Inutili però sono stati tutti di rianimare l’uomo che è deceduto poco dopo colpito da un proiettile sparato con una pistola di piccolo calibro probabilmente da uno dei malviventi per guadagnare la fuga. Al momento non risulta che in casa sia stato rubato nulla.

 

Fonte Adnkronos

 

 

 

 

 

Ti potrebbero anche interessare

DOMENICA SCARNAFIGI PREMIA I NUOVI NATI CON UNA FORMA DI FORMAGGIO DOP
13 Aprile 2024

Domenica 14 aprile a Scarnafigi, a partire dalle ore 15,30, in piazza Vittorio Emanuele, 25 bambini nati nel 2023 nei comuni di Scarnafigi e Ruffia riceveranno in dono dai Consorzi di tutela dei formaggi Bra, Raschera e Toma Piemontese una forma delle celebri Dop.


“AUGUSTO DAOLIO: UNO SGUARDO LIBERO”: LA MOSTRA NELLE SALE DI SPAZIO MUSA A TORINO
12 Aprile 2024

Sono passati trentadue anni dalla prematura scomparsa di Augusto Daolio, leader carismatico e fondatore insieme a Beppe Carletti dei Nomadi, uno dei gruppi più longevi e importanti della musica italiana.


MOODY’S ALZA IL RATING DEL PIEMONTE, ORA E’ TRA LE ZONE IN CUI CONVIENE PROGRAMMARE INVESTIMENTI
11 Aprile 2024

Moody’s ha aumentato il rating della Regione Piemonte che passa dal livello Ba1 (area “Non-investiment Grade”) a quello Baa3 (primo gradino dell’area Investiment Grade).


Invia i tuoi video per
TG4

Invia i tuoi contributi video alla redazione del TG4  
Realizza il tuo video e invialo con wetransfer.com non dimenticare di scaricare il pdf della liberatoria e allegarlo nel form.

Compila i tuoi dati e allegalo al video per autorizzarne la messa in onda!

Oppure contattaci via mail redazione@telecupole.com