28 Marzo 2022

TORINO: LATITANTE ARRESTATO DA GDF NELLE CAMPAGNE CALABRESI

Militari della Guardia di Finanza di Torino, con il coordinamento procura torinese, hanno arrestato un latitante di origine calabrese, che avrebbe  interessi economici e imprenditoriali  in provincia di Torino. L’uomo, irreperibile dallo scorso dicembre e rintracciato nella notte nel garage di un casolare nelle campagne di Caulonia, in provincia di Reggio Calabria, e’ indiziato di concorso in associazione per delinquere di stampo mafioso e di reati di natura economica e tributaria. Il provvedimento rientra nell’operazione ‘Cavallo di Troia’ che nei mesi scorsi portato all’esecuzione di 8 misure cautelari nei confronti di altrettanti indagati, a vario titolo, per reati fiscali, fallimentari, aggravati dall’agevolazione mafiosa, e concorso nell’associazione mafiosa ‘ndrangheta, con contestuali provvedimenti di sequestro per 2,5 milioni di euro.

 

Fonte Adnkronos

Ti potrebbero anche interessare

DOMENICA SCARNAFIGI PREMIA I NUOVI NATI CON UNA FORMA DI FORMAGGIO DOP
13 Aprile 2024

Domenica 14 aprile a Scarnafigi, a partire dalle ore 15,30, in piazza Vittorio Emanuele, 25 bambini nati nel 2023 nei comuni di Scarnafigi e Ruffia riceveranno in dono dai Consorzi di tutela dei formaggi Bra, Raschera e Toma Piemontese una forma delle celebri Dop.


“AUGUSTO DAOLIO: UNO SGUARDO LIBERO”: LA MOSTRA NELLE SALE DI SPAZIO MUSA A TORINO
12 Aprile 2024

Sono passati trentadue anni dalla prematura scomparsa di Augusto Daolio, leader carismatico e fondatore insieme a Beppe Carletti dei Nomadi, uno dei gruppi più longevi e importanti della musica italiana.


MOODY’S ALZA IL RATING DEL PIEMONTE, ORA E’ TRA LE ZONE IN CUI CONVIENE PROGRAMMARE INVESTIMENTI
11 Aprile 2024

Moody’s ha aumentato il rating della Regione Piemonte che passa dal livello Ba1 (area “Non-investiment Grade”) a quello Baa3 (primo gradino dell’area Investiment Grade).


Invia i tuoi video per
TG4

Invia i tuoi contributi video alla redazione del TG4  
Realizza il tuo video e invialo con wetransfer.com non dimenticare di scaricare il pdf della liberatoria e allegarlo nel form.

Compila i tuoi dati e allegalo al video per autorizzarne la messa in onda!

Oppure contattaci via mail redazione@telecupole.com