17 Ottobre 2020

GDF: OPERAZIONE “DOPPIO DEBITO”

Sei misure cautelari detentive a carico di altrettante persone residenti per lo più nel torinese e gravemente indiziate di associazione per delinquere dedita a usura, abusivismo finanziario, estorsione e truffa, sono state eseguite dalla Guardia di Finanza di Torino nell’ambito di un’indagine coordinata dalla procura di Asti. Al centro dell’attività investigativa condotte che vanno dal 2018 a fine 2019 e che hanno avuto pieno sviluppo durante tutto il periodo dell’emergenza Covid. In particolare, i finanzieri che stanno eseguendo sequestri preventivi di beni ai soggetti coinvolti, hanno fatto luce su un’ associazione con base a Carmagnola ma operativa anche a Torino, Ivrea, Moncalieri, Cuneo e Bra che applicava tassi fino al 2.500%. Il core business dell’associazione era l’offerta sistematica e professionale di prodotti finanziari a soggetti bisognosi di denaro e che, nella maggior parte dei casi, non presentavano le condizioni per accedere al credito secondo procedure ordinarie.

Le vittime erano imprenditori in difficoltà economiche, imprese edili,centri estetici, macellerie, pizzerie, casalinghe e disoccupati già indebitati, che tramite il ‘passa parola’ entravano in contatto con i componenti dell’organizzazione che si presentavano di volta in volta come ‘ex direttori di banca’ o ‘agenti finanziari’ organizzando gli incontri in luoghi all’aperto, bar, centri commerciali.

Fonte Adnkronos

Ti potrebbero anche interessare

INCIDENTE SULLA TANGENZIALE A RIVOLI: TRAFFICO IN TILT
25 Giugno 2024

Mattinata nera per gli automobilisti in viaggio sulla tangenziale sud di Rivoli, dove un incidente ha mandato in tilt il traffico.


CINEMA SULLA PISTA 500: IL GRANDE SCHERMO SOTTO LE STELLE DEL LINGOTTO DI TORINO
24 Giugno 2024

La magia del cinema prende vita sul tetto del Lingotto con la rassegna estiva “Cinema sulla Pista 500“, un evento che unisce arte visiva e cinematografica in un contesto unico.


BIELLA: DISSEQUESTRATA AREA BICI CADUTA A OROPA
22 Giugno 2024

E’ stata dissequestrata l’area del piazzale di Oropa in cui si trovano i resti della bicicletta gigante, opera dell’artista Ivano Munarin, crollata dopo che in diciotto ci si erano arrampicati per scattare una foto ricordo.


Invia i tuoi video per
TG4

Invia i tuoi contributi video alla redazione del TG4  
Realizza il tuo video e invialo con wetransfer.com non dimenticare di scaricare il pdf della liberatoria e allegarlo nel form.

Compila i tuoi dati e allegalo al video per autorizzarne la messa in onda!

Oppure contattaci via mail redazione@telecupole.com