29 Febbraio 2024

CON LA PIOGGIA LE STRADE DI TORINO SI SONO RIEMPITE DI BUCHE NELL’ASFALTO

Qualcosa non ha funzionato nell’asfalto di Torino. Sono bastati pochi giorni di pioggia per far saltare l’asfalto in decine di strade cittadine. Buche, spesso ampie, spesso profonde, sono apparse o riapparse un po’ in tutte le strade di Torino.
Dal centro alla periferie sono saltati i vecchi rattoppi e sono nati nuovi piccoli e grandi crateri. Viaggiare in città, anche ai 30 all’ora, è un pericolo per le sospensioni ed i cerchioni delle auto ma crea anche un rischio notevole di incidenti per auto che scartano all’improvviso o frenano in maniera repentina.
E’ probabile che la lunga siccità abbia seccato eccessivamente l’asfalto e staccato i bordi dei rattoppi, ma è sorprendente come siano bastati pochi giorni di pioggia per creare una situazione pericolosa e da affrontare al più presto.

 

Da Quotidiano Piemontese

 

 

 

 

Ti potrebbero anche interessare

DOMENICA SCARNAFIGI PREMIA I NUOVI NATI CON UNA FORMA DI FORMAGGIO DOP
13 Aprile 2024

Domenica 14 aprile a Scarnafigi, a partire dalle ore 15,30, in piazza Vittorio Emanuele, 25 bambini nati nel 2023 nei comuni di Scarnafigi e Ruffia riceveranno in dono dai Consorzi di tutela dei formaggi Bra, Raschera e Toma Piemontese una forma delle celebri Dop.


“AUGUSTO DAOLIO: UNO SGUARDO LIBERO”: LA MOSTRA NELLE SALE DI SPAZIO MUSA A TORINO
12 Aprile 2024

Sono passati trentadue anni dalla prematura scomparsa di Augusto Daolio, leader carismatico e fondatore insieme a Beppe Carletti dei Nomadi, uno dei gruppi più longevi e importanti della musica italiana.


MOODY’S ALZA IL RATING DEL PIEMONTE, ORA E’ TRA LE ZONE IN CUI CONVIENE PROGRAMMARE INVESTIMENTI
11 Aprile 2024

Moody’s ha aumentato il rating della Regione Piemonte che passa dal livello Ba1 (area “Non-investiment Grade”) a quello Baa3 (primo gradino dell’area Investiment Grade).


Invia i tuoi video per
TG4

Invia i tuoi contributi video alla redazione del TG4  
Realizza il tuo video e invialo con wetransfer.com non dimenticare di scaricare il pdf della liberatoria e allegarlo nel form.

Compila i tuoi dati e allegalo al video per autorizzarne la messa in onda!

Oppure contattaci via mail redazione@telecupole.com